• Yoga con Luna

Il corpo come strumento di ascolto nello Yoga

Il terzo ramo dello Yoga sono gli asana, ovvero le posizioni fisiche che pratichiamo sul tappetino. Patanjali infatti, il cosiddetto padre dello Yoga, sapeva molto bene quanto il corpo fosse importante.


Il corpo è ciò che abbiamo di tangibile nella materia ed è uno strumento molto prezioso per arrivare a conoscere bene le dinamiche che avvengono dentro di noi.

Il nostro corpo e le sue rigidità parlano della nostra storia e attraverso una pratica costante possiamo conoscerlo, esplorarlo, focalizzare la nostra attenzione su di esso e prendercene cura. Portando la nostra attenzione al respiro sincronizzato al movimento e alle sensazioni che ci suscitano determinate posizioni, la pratica Yoga diventa una vera e propria meditazione in movimento.


Quando la pratica Yoga entra nel nostro quotidiano, ci rendiamo lentamente conto che rendere il corpo più flessibile in realtà è un modo per rendere flessibile la nostra mente.


Riusciamo ad adattare il nostro corpo a posizioni che ancora non riusciamo ad eseguire o ci arrabbiamo e ci frustriamo sul tappetino? Allo stesso modo nella vita, riusciamo ad adattare la nostra mente agli imprevisti o a ciò che non ci piace?


Riusciamo ad accettare il nostro corpo nella pratica e ad essere grati di ciò che siamo in grado di fare? Riusciamo invece, nel nostro quotidiano, ad accettare con fiducia gli avvenimenti che ci accadono?


Pratichiamo l'Unione tra corpo mente e spirito ma nella vita siamo empatici con chi ci circonda? Comprendiamo che siamo tutti qui, anche se con storie diverse, con le stesse sofferenze, gli stessi sentimenti e le stesse aspirazioni?


Lo Yoga apre il corpo, la mente e il cuore.

Ci pone in ascolto di noi stessi e degli altri e ci insegna una filosofia di vita per vivere in maniera più serena e consapevole.


Contattami per una lezione di prova, per sperimentare questo e molto altro!


Namastè.


Luna




54 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti