• Yoga con Luna

Come lavorare sul nostro 4° centro energetico, il CHAKRA DEL CUORE

Aggiornamento: 13 dic 2019



Simbolicamente nella tradizione dello Yoga, il nostro corpo è diviso in centri energetici detti chakra (= ruota) ognuno dei quali vuole rappresentare delle determinate aree corporee alle quali sono correlate delle emozioni.

Il prana, ovvero l’energia vitale, circola in tutto il nostro corpo ma si concentra metaforicamente in determinate zone che sono appunto i nostri 7 chakra. Essi sono localizzati lungo tutta la nostra colonna vertebrale e si distinguono in minori (dal 1° al 3°) e in maggiori (dal 4° al 6°, il 7° è il nostro sé assoluto), non per importanza ma per significato spirituale. E' un viaggio che dalla terra e dalla materialità conduce alla consapevolezza e alla spiritualità.


Con Anahata chakra, quindi, il nostro chakra del cuore localizzato proprio al centro del nostro petto, iniziamo il viaggio verso lo spirito e passiamo dai bisogni della materia e della sopravvivenza del nostro essere uomini terreni ad una consapevolezza e coscienza più elevata.


Questo chakra ci vuole ricordare che, per essere in armonia con noi stessi e con le nostre emozioni e sentimenti, dobbiamo provare amore incondizionato, compassione ed empatia.


Cosa si intende per amore incondizionato?

Amare senza condizioni, per l'appunto. E questo non significa solo amare una persona come partner ma si estende all'amore per il prossimo, per uno sconosciuto, per un amico, per un animale domestico, per il lavoro che fai e, ultimo ma non ultimo, per noi stessi. Senza condizionamenti e senza attaccamento.


Cosa si intende per compassione ed empatia?

Compassione è un termine che spesso associamo a qualcosa di negativo ma il suo significato letterale significa con-passione, ovvero amare appassionatamente, aprire il cuore e lasciarsi andare alle emozioni. Empatizzare con gli altri e capire il loro stato d'animo prima di porre il nostro EGO sopra tutto.


Anahata chakra, infatti, è il passaggio dall'IO al NOI.


Il suo colore rappresentativo è il verde.


Per lavorare su di esso ti invito a meditare su questi aspetti:


Ti meriti di provare amore e di ricevere amore

Provi compassione ed empatia per tutti gli esseri viventi

Sono disposta a perdonare e a lasciare andare

Ascolto il mio cuore e mi lascio guidare da lui

Il mio cuore è in grado di guarire ed è resiliente nella vita


Prova ad eseguire queste 3 asana correlate al 4° chakra:


Bhujangasana, il cobra



Matsyasana, posizione del pesce (con supporti)



Vajrasana, posizione del guerriero (figura 1) con mani in preghiera - anjali mudra - dietro la schiena (figura 2)




Queste posizioni aprono il petto e permettono una connessione profonda con il centro del nostro cuore.


Respira. Canta mentalmente o verbalmente la sillaba YAM.


Poniti le domande e ripeti le affermazioni citate sopra e ascolta la tua reazione fisica ed emotiva, per capire su quale aspetto della tua vita riguardante il 4° chakra occorre lavorare maggiormente.


Il lavoro sui chakra e sulle asana è una meditazione in movimento.


Namastè,


Luna

15 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti